Il sito ufficiale del pittore Fabio Carmignani
Fabio Carmignani
Home Biografia Galleria  Contatti

Fabio Carmignani - Il cantastorie dei colori


“La bufera infernal che mai non resta
mena gli spirti con la sua rapina”


Inferno Canto V vv 31-32



Il cantastorie dei colori: colori che accavallano e alternano uno sull’altro per raccontarci la topografia di un’anima.
Quella dell’artista.

Più volte, con lo scorrere del tempo, vi ho raccontato le sensazioni che provavo davanti ai suoi dipinti e che oggi vale la pena di ripetere, sia pure parzialmente e integrandole, a fronte di una mostra che, è sì un excursus fra la produzione degli ultimi cinque anni, ma che segnala anche la nuova strada di Carmignani simile a “bufera che mai non resta”. Perchè Fabio è al contempo un artista in continuo movimento, sempre alla ricerca di qualcosa di diverso, e un “fans” di Paolo e Francesca per come utilizza a piene mani i colori e per la sua predilezione nel raffigurare figure muliebri.

Scrivevo>: “Quello di Fabio è un mondo dove al concetto trasformato in simbolo si uniscono colori che giocano in uno spazio senza tempo e in cui il trascorrere delle ore è rarefatto, quasi congelato. Nascono così visioni e dolci sogni, ma anche realtà e incubi in cui hanno gioco l’inventiva, la distribuzione del colore e le tonalità espressive. O, meglio, nascono le immersioni in un mondo real-fantastico dove gli oggetti, in un brillante rimescolio fra quelli onirici e quelli di tutti i giorni, sono sospesi fra vero e sogno, dove la città, che compare su una veste muliebre, ti regala la sensazione di essere governata dallo “Spirito del fiume” che la attraversa. Un mare il suo, fra l’incantato e il silenzioso, fra il brillante e il minaccioso in un continuo alternarsi di situazioni dove all’azzurro dell’acqua fanno da contraltare i mille oggetti della “Spiaggia inquinata”.

Il sogno e la realtà in un alternarsi continuo di senzazioni: topografia dell’anima insomma.

Prosegui ed ecco altre tele che, invece, sembrano proiettarti verso un futuro equiparabile ad un sogno che vedrà splendide fanciulle, vestite con grandi conchiglie, nastri coloratissimi e frammenti di astri, attendere il ritorno dalle stelle dei loro cybernauti. Grazie a questo continuo dualismo Carmignani riesce spesso a dipingere con irrealtà leggera.

Siamo di fronte all’immersione in un mondo real-fantastico dove gli oggetti sono sospesi fra vero e falso.

Forse per accentuare in modo sempre più marcato questo sottile gioco delle parti, si è poi divertito a fare a pezzi anche quello che restava di questa umanità esteriore, quasi ad indicare che vive solo ciò che è dentro di noi e ad estrarre dalla sua tavolozza soltanto quegli elementi che facevano da sfondo, ma che, al contempo, erano anche protagonisti di quanto andava raccontando.

Il suo viaggio poetico verso l’altrove è poi proseguito facendo scomparire i simboli legati al mondo degli umani ed ha iniziato a raccontare nuove storie attraverso gli accostamenti dei colori creando cieli pieni di stelle, di pianeti che ruotano attorno a città sempre più rarefatte.

Così i suoi dipinti, cromaticamente ricchi e vivaci, sono diventati il frutto di una sintesi fra il rigore dell’astrattismo geometrico ed un flusso più libero delle linee.

A dimostrazione che può essere sufficiente anche il colore per organizzare una personale analisi della realtà. Dopo averlo identificato come mezzo per raccontare e raccontarsi ne ha indagato gradualmente i possibili usi lasciandolo interagire di volta in volta con i concetti da esprimere e utilizzando elementi cromatici a volte allo stato puro ed altre frammisti quasi a sostenersi l’un l’altro quasi fossero in preda ad un anelito disperato di libertà.

L’ultima produzione ci porta invece ai collages, in cui inserisce del metallo lucido quasi volesse che i colori vi si specchiassero per decidere se dichiararli elementi amici o meno, e ai grumi matrici che, pur appesantendo la visione d’insieme danno corpo a nuove profondità, ad una terza dimensione quasi che le idee e i pensieri di Fabio avessero deciso di uscire dalle tele sotto forma di segni e cromatismi. Se li incontrate lungo il vostro cammino teneteli cari: rappresentano l’anima di un artista.

Alberto Gavazzeni






Biografia


Fabio Carmignani nato a Pistoia il 12.10.1970 ha conseguito il diploma di maturità artistica presso l' istituto d'arte di Pistoia nel 1990.

Dal 1992 espone le sue opere in mostre collettive e personali alcune delle quali:
  • 1992 - Mostra personale Palazzo Comunale di Casalguidi - Pistoia
  • 1992 - Mostra personale Galleria “Dimensione Arte” Cremona
  • 1993 - Mostra personale Saletta Ambra -Prato
  • 1993 - Mostra collettiva Galleria "il Mezzanino" - Pistoia
  • 1993 - Arte Fiera Vicenza
  • 1994 - Mostra collettiva di Arte Sacra città di Pelago - Firenze
  • 1994 - Mostra personale Galleria "La Soffitta" Quarrata - Pistoia
  • 1994 - Arte Fiera Cremona
  • 1995 - Mostra collettiva Galleria "Valiani" - Pistoia
  • 1995 - Mostra personale Palazzo Comunale di Serravalle-Pistoia
  • 1995 - Mostra personale “Adda Busnago” Milano
  • 1996 - Mostra collettiva Saletta Ambra - Prato
  • 1996 - Mostra personale Palazzo Comunale di Casalguidi (PT)
  • 1996 - Premio S.Giorgio - Pistoia
  • 1996 - Mostra personale Galleria “Dimensione Arte” Cremona
  • 1997 - Mostra collettiva Centro Donati - Pistoia
  • 1997 - Arte Fiera Padova
  • 1997 - Mostra collettiva Horti Lamiani - Roma
  • 1998 - Mostra collettiva Villa Groppoli - Pistoia 
  • 1998 - Mostra personale Caffè al Teatro - Prato
  • 1998 - Mostra collettiva  Chiostro della Chiesa S. Domenico - Pistoia 
  • 1998 - Mostra collettiva  centro autonomo del turismo di Montecatini - Pistoia
  • 1998 - Mostra personale Galleria “Dimensione Arte” Cremona
  • 1999 Mostra collettiva Centro Donati -Pistoia 
  • 1999 Mostra personale Caffè Paskò - Firenze
  • 1999 - Arte Fiera Padova
  • 1999 - Mostra personale Galleria Tuttarte – Prato
  • 1999 - Mostra personale Galleria Valiani– Pistoia
  • 2000 - Mostra personale Villa Groppoli - Pistoia 
  • 2000 - Mostra personale Palazzo Comunale di Serravalle - Pistoia
  • 2000 - Mostra collettiva antico opedale di S: Antonio - Lastra a Signa - Firenze
  • 2000 - Mostra personale “Centro Nicola-Vella” Palermo
  • 2001 - Rassegna Artisi pratesi del '900 Palazzo di Giustizia - Prato
  • 2001 - Mostra collettiva Villa Montalvo - Firenze
  • 2001 - Mostra personale Galleria "Assioma" – Prato
  • 2001 - Arte Fiera Padova
  • 2001 - Arte fiera Montichiari
  • 2002 - Mostra collettiva  Galleria "Assioma" - Prato
  • 2002 - Arte Fiera Padova
  • 2002 - Arte Fiera Bari
  • 2003 - Mostra  personale Hotel San Marco – Prato
  • 2003 - Fiera Castelbranco Trezo D'Adda Milano
  • 2004 - Mostra collettiva Edizioni Ponte Vecchio - Ptrato
  • 2004 - Mostra  personale Trax Bar - Firenze
  • 2004 - Arte fiera Montichiari
  • 2004 - Mostra personale Trax Bar - Firenze
  • 2005 - Mostra collettiva di Arte Sacra Chiesa di Galcetello - Prato
  • 2005 - Arte fiera Montichiari Galleria Dimensione Arte
  • 2005 - Mostra personale Galleria “Dimensione Arte” Cremona
  • 2006 - Mostra  personale Galleria "Free Art" Montecatini – Pistoia
  • 2006 - Arte Tokio “Mitsukosci”
  • 2006 - Colletiva “ritratti” Cassero Medievale Prato
  • 2007 - Mostra personale Galleria “Dimensione Arte” Cremona
  • 2007 - Collettiva “Le Cattedrali” Hotel San Marco Prato
  • 2008 - Mostra personale Hotel Trendy Prato
  • 2008 - Arte Fiera Erba Como
  • 2009 - Arte in Giallo - Galleria Marelia - Bergamo
  • 2009 - Visitazioni Metafisiche - Galleria La Bezzuga - Firenze
  • 2009 - Arte in Luce - Villaggio olimpico - Torino
  • 2010 - Galleria Bellange - Stoccolma
  • 2010 - Galleria Maecenas Vasteras (Svezia)
  • 2011 - Galleriaekstroms Vasteras (Svezia)
  • 2011 - Galleria Nazionale del Vastmaland (Svezia)
  • 2011 - Galleria Bellange - Stoccolma
  • 2012 - Galleria Orler - Venezia
  • 2013 - OSTIUM - Mostra personale Museo Marino Marini - Pistoia
  • 2014 - Rivelazioni" mostra personale galleria Interartex Stoccolma
  • 2015 - Gamc Viareggio "vitamine" mostra collettiva
  • 2015 - Mart Rovereto "vitamine" mostra collettiva
  • 2015 - Museo del 900 Firenze "vitamine" mostra collettiva
  • 2015 - "Bianco e nero in toscana" comune di Montemurlo mostra collettiva
  • 2016 - Museo Michetti Francavilla "Artisti per un bozzetto" mostra collettiva
  • 2016 - "Divinita' del silenzio"galleria Ungallery Milano
  • 2016 - "Pensare pittura" Liconi arte Torino mostra collettiva
  • 2016 - "La pittura spirituale" galleria Orler Venezia
  • 2017 - "Il realismo fantastico" galleria Callas Brema(Germania)